La Legge n. 132/2018, di conversione del decreto sicurezza, ha modificato le norme del Codice della strada concernenti la circolazione dei veicoli immatricolati all’estero.

Il nuovo articolo 93 del D.Lgs. n. 285/1992 prevede sanzioni da 712 a 2.848 euro per chi risiede in Italia da almeno 60 giorni e circola con un veicolo immatricolato all’estero. La sanzione non è prevista per i veicoli in leasing o locazione senza conducente da parte di imprese stabilite in uno Stato dell’Unione Europea prive di sedi secondarie in Italia, oppure assegnate in comodato a dipendenti italiani dal datore di lavoro comunitario. In questi casi è necessario che a bordo del mezzo sia custodito un documento contenente i dati sulla disponibilità dello stesso. In mancanza, scatta la sanzione da 250 a 1000 euro e il veicolo si considera posseduto dal conducente.

Share